TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



MARTEDÌ 17 MAGGIO 2022 - NEWS

ULTIM’ORA – PLUSVALENZE, LA CORTE D’APPELLO BOCCIA IL RICORSO DELLA PROCURA FIGC


Confermati i proscioglimenti per gli 11 club e i 59 dirigenti


 
     
0


A cura di: Maria Villani
Fonte: Gazzetta

La corte d'appello assolve La Corte federale d'appello a sezioni unite ha respinto il ricorso della Procura Figc sul caso plusvalenze, confermando i proscioglimenti del primo grado per gli undici club (tra cui Juventus, Napoli, Samp, Empoli e Genoa) e i 59 dirigenti (da Agnelli a De Laurentiis). La Corte ha respinto anche i ricorsi incidentali presentati da quattro dei club coinvolti (Juve, Samp, Empoli e Parma) per l’eccezione procedurale - respinta anche in primo grado - sul mancato deposito da parte della Procura della nota Covisoc sulle plusvalenze del 14 aprile 2021.

L'udienza davanti al presidente Torsello era iniziata poco dopo le 10 di questa mattina con un intervento molto duro del capo della Procura Chinè che aveva definito la sentenza del Tribunale federale in primo grado "totalmente immotivata", contestando anche il ricorso incidentale presentato da alcune società. Quindi i legali degli undici club coinvolti - i cinque già citati di Serie A più Parma, Pescara, Pisa, Pro Vercelli, Novara e Chievo - hanno fornito le loro controrepliche, per una fase dibattimentale durata circa quattro ore e mezzo. In circa tre ore la Corte federale d'appello ha invece deciso di confermare la decisione del Tribunale, respingendo il ricorso della Procura.