TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



DOMENICA 21 FEBBRAIO 2021 - SERIE A

PHOTOGALLERY - MILAN-INTER, TIFOSERIE FUORI SAN SIRO SENZA DISTANZIAMENTO


Prima del derby cadute quasi tutte le regole anti-Covid


 
     
0


A cura di: Maria Villani
Fonte: Sportmediaset.it

Cori, bandiere, petardi e fumogeni: circa 5000 tifosi dell'Inter si sono dati appuntamento nel piazzale del 'Baretto' di San Siro, punto di ritrovo della Curva Nord, dalla tarda mattinata, per supportare la squadra nel derby di oggi pomeriggio. Poco distante anche una delegazione di tifosi del Milan. Il divieto di assembramento imposto dal Governo per limitare la diffusione del Covid è stato di fatto dimenticato e il distanziamento praticamente inesistente. Molti hanno tenuto comunque la mascherina ma di fatto le regole sono passate in secondo piano.

Cori, bandiere, petardi e fumogeni: circa 5000 tifosi dell&#39;Inter si sono dati appuntamento nel piazzale del &#39;Baretto&#39; di San Siro, punto di ritrovo della Curva Nord, dalla tarda mattinata, per supportare la squadra nel derby di oggi pomeriggio. Poco distante anche una delegazione di tifosi del Milan. Il divieto di assembramento imposto dal Governo per limitare la diffusione del Covid&nbsp;&egrave;&nbsp;stato di fatto dimenticato e il distanziamento praticamente inesistente. Molti hanno tenuto comunque la mascherina ma di fatto&nbsp;le regole sono passate in secondo piano.&nbsp;<br /><br />

 

Cori, bandiere, petardi e fumogeni: circa 5000 tifosi dell&#39;Inter si sono dati appuntamento nel piazzale del &#39;Baretto&#39; di San Siro, punto di ritrovo della Curva Nord, dalla tarda mattinata, per supportare la squadra nel derby di oggi pomeriggio. Poco distante anche una delegazione di tifosi del Milan. Il divieto di assembramento imposto dal Governo per limitare la diffusione del Covid&nbsp;&egrave;&nbsp;stato di fatto dimenticato e il distanziamento praticamente inesistente. Molti hanno tenuto comunque la mascherina ma di fatto&nbsp;le regole sono passate in secondo piano.&nbsp;<br /><br />Cori, bandiere, petardi e fumogeni: circa 5000 tifosi dell&#39;Inter si sono dati appuntamento nel piazzale del &#39;Baretto&#39; di San Siro, punto di ritrovo della Curva Nord, dalla tarda mattinata, per supportare la squadra nel derby di oggi pomeriggio. Poco distante anche una delegazione di tifosi del Milan. Il divieto di assembramento imposto dal Governo per limitare la diffusione del Covid&nbsp;&egrave;&nbsp;stato di fatto dimenticato e il distanziamento praticamente inesistente. Molti hanno tenuto comunque la mascherina ma di fatto&nbsp;le regole sono passate in secondo piano.&nbsp;<br /><br />

Cori, bandiere, petardi e fumogeni: circa 5000 tifosi dell&#39;Inter si sono dati appuntamento nel piazzale del &#39;Baretto&#39; di San Siro, punto di ritrovo della Curva Nord, dalla tarda mattinata, per supportare la squadra nel derby di oggi pomeriggio. Poco distante anche una delegazione di tifosi del Milan. Il divieto di assembramento imposto dal Governo per limitare la diffusione del Covid&nbsp;&egrave;&nbsp;stato di fatto dimenticato e il distanziamento praticamente inesistente. Molti hanno tenuto comunque la mascherina ma di fatto&nbsp;le regole sono passate in secondo piano.&nbsp;<br /><br />

Cori, bandiere, petardi e fumogeni: circa 5000 tifosi dell&#39;Inter si sono dati appuntamento nel piazzale del &#39;Baretto&#39; di San Siro, punto di ritrovo della Curva Nord, dalla tarda mattinata, per supportare la squadra nel derby di oggi pomeriggio. Poco distante anche una delegazione di tifosi del Milan. Il divieto di assembramento imposto dal Governo per limitare la diffusione del Covid&nbsp;&egrave;&nbsp;stato di fatto dimenticato e il distanziamento praticamente inesistente. Molti hanno tenuto comunque la mascherina ma di fatto&nbsp;le regole sono passate in secondo piano.&nbsp;<br /><br />

Cori, bandiere, petardi e fumogeni: circa 5000 tifosi dell&#39;Inter si sono dati appuntamento nel piazzale del &#39;Baretto&#39; di San Siro, punto di ritrovo della Curva Nord, dalla tarda mattinata, per supportare la squadra nel derby di oggi pomeriggio. Poco distante anche una delegazione di tifosi del Milan. Il divieto di assembramento imposto dal Governo per limitare la diffusione del Covid&nbsp;&egrave;&nbsp;stato di fatto dimenticato e il distanziamento praticamente inesistente. Molti hanno tenuto comunque la mascherina ma di fatto&nbsp;le regole sono passate in secondo piano.&nbsp;<br /><br />