TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



LUNEDÌ 8 OTTOBRE 2018 - INTERVISTE

SOLDATI (PRES. UDINESE): “MI ASPETTAVO UN ALLAN A QUESTI LIVELLI E CRESCERÀ ANCORA; DE PAUL? NON PIACE SOLO AL NAPOLI”


Meret e Scuffet due ottimi portieri, in prospettiva sono da Nazionale


 
     
0


A cura di: Maria Villani
Fonte: Napolicalcionews.it

Franco Soldati, presidente dell’Udinese, è intervenuto a Radio Goal su Radio Kiss Kiss Napoli:

“Troppa Juve per l’Udinese sabato? Quella bianconera è una squadra stellare, sicuramente una formazione che quest’anno sarà difficile battere. Ha una rosa completa, due squadre e mezzo che possono giocare in Serie A: abbiamo fatto quel che potevamo. CR7 è davvero in gamba, ha segnato uno splendido gol. Peccato aver solo 8 punti finora, puntavamo ad averne qualcuno in più, è l’unico cruccio. Questo grande Napoli basta per creare fastidi alla Juve? Il Napoli di oggi può creare problematiche alla Juve, ci vuole anche tempo perché Ancelotti possa inserire schemi e idee negli ingranaggi di squadra. Credo che il primo step sarà a metà campionato. Allan a questi livelli? L’ho sempre detto che è fortissimo e che avrebbe fatto bene a Napoli e infatti così è stato. È ulteriormente cresciuto con Sarri e Ancelotti, anche fisicamente lo vedo più presente di una volta. Crescerà ancora e farà ancora di più il bene del Napoli. Grande Scuffet? Ha fatto circa 5 parate decisive… Cosa ha Meret più di Scuffet? Sono tutti e due ottimi portieri e che in prospettiva saranno da Nazionale. Non saprei dire le differenze tecniche ma sono due giocatori ad altissimo livello che farebbero benissimo in Serie A. Lorenzo Tonelli convocato in Nazionale? Mi fa piacere. Preliminari di EL? A volte sono una jattura, per anticipare la preparazione, poi per via di problemi fisici ai giocatori e con rose limitate il turnover non era ottimale. Per il feeling tra Napoli e Udinese De Paul in ottica azzurra? Siamo lontanissimi… a Giuntoli e ADL piace? Non solo a loro, Pozzo ha voluto che restasse, insieme a Fofana. Su De Paul era forte la Fiorentina, i due sono i cardini della nuova Udinese, per il futuro c’è ancora tempo”.