TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



GIOVEDÌ 7 DICEMBRE 2017 - INTERVISTE

SAVOLDI: "INGLESE E BERARDI RISCHIANO LA PANCHINA; LI SCELGA SARRI I RINFORZI CHE VUOLE"


Inutile fare le rose ampie se poi vanno in campo sempre gli stessi quattordici


 
     
0


A cura di: Maria Villani
Fonte: TMW

Grande ex del Napoli, Beppe Savoldi prova a giudicare anche alcune possibili mosse dei partenopei per il mercato di gennaio. Il club potrebbe intervenire per fare un paio di innesti anche nel reparto avanzato, con Inglese dal Chievo e forse anche con Berardi dal Sassuolo.

"Inglese è un buon attaccante - dice a Tuttomercatoweb.com - ma occorrerà vedere se lo sarà anche con il Napoli. Stiamo parlando di due realtà diverse. E non dimentichiamoci di Pavoletti che ha giocato pochissimo e non è servito quasi a niente. Se stanno bene Insigne, Mertens e Callejon, giocano loro. E non vedo grandi prospettive per Inglese".

Per Berardi il discorso può essere diverso?
"E' un altro giocatore che come Gabbiadini si metterebbe in panchina e farebbe qualche apparizione. Ripeto, Sarri ha dimostrato che difficilmente rinuncia ai tre davanti. Chi arriva dovrà aspettare il suo turno". 

E allora lei dove interverrebbe per gennaio? 
"Se fossi De Laurentiis parlerei con Sarri per capire che cosa vuol fare. Se prendi i giocatori e poi lui li lascia in panchina meglio confrontarsi. E' inutile fare le rose ampie se poi vanno in campo sempre gli stessi quattordici. E' un discorso che vale anche per altre squadre. Il Milan con Montella è andato in campo ad esempio con quattordici formazioni diverse. Serve un po' più di equilibrio altrimenti vuol dire che sei in confusione".