TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



MERCOLEDÌ 7 MARZO 2018 - STAMPA

SARRI RIALZA IL NAPOLI VERSO L'INTER: «ADESSO BASTA ERRORI»


Niente bacchettate alla squadra dopo il ko contro la Roma


 
     
0


A cura di: Redazione
Fonte: Il Mattino

Parola d'ordine ottimismo per ripartire ancora con maggiori convinzioni contro l'Inter. Alla ripresa della preparazione ieri pomeriggio a Castel Volturno niente bacchettate di Sarri alla squadra dopo il ko contro la Roma, anzi sono stati evidenziati più che altro gli aspetti positivi: un'analisi del match perso 4-2 al San Paolo contro i giallorossi prima di scendere in campo, sottolineati i dati di una partita in cui il Napoli ha tirato in porta tantissimo ma tutto è girato incredibilmente storto.

Il Napoli contro la Roma ha effettuato lo stesso numero di conclusioni nello specchio della porta del match al San Paolo contro il Benevento (17 volte) ed è stato ancora più alto il numero di tiri totali (26 con la Roma e 19 nel derby): differente però è risultata la percentuale realizzativa, molto più bassa rispetto al numero di conclusioni. Questi numeri che Sarri, aveva già analizzato con lo staff tecnico e con il direttore sportivo Giuntoli, sono stati condivisi ieri alla ripresa con il gruppo, ed è emerso il grande desiderio di riscatto immediato da parte degli azzurri. Durante l'analisi con Sarri, prima di scendere in campo, più di qualcuno, ha sottolineato la grande voglia di segnare a tutti i costi contro la formazione giallorossa che poi alla fine si è rivelata controproducente: proprio per la grande carica di arrivare al gol non sono stati raccolti i frutti, l'effetto delle grandi parate di Alisson e della mancanza della necessaria precisione.

Al contrario la Roma ha colpito in maniera implacabile: otto volte è entrata in area mettendo a segno quattro reti: 10 i tiri totali dei giallorossi, sei nello specchio della porta. E ieri alla ripresa sono stati analizzati anche questi dati difensivi da tecnico e squadra. Un gol fortuito per la deviazione di Mario Rui, l'ultimo di Perotti conseguenza di un errore del terzino portoghese e altre due reti frutto di grandi giocate della Roma perfettamente riuscite e finalizzate al meglio da Dzeko.