TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



VENERDÌ 29 DICEMBRE 2017 - PROSSIMA PARTITA

NAPOLI A CACCIA DEL TITOLO D'INVERNO: NIENTE TURNOVER, SARRI LANCIA MAGGIO


Ecco i probabili undici che scenderanno in campo qiuesta sera


 
     
0


A cura di: Myriam Novità
Fonte: ilMattino.it

L'occasione è di quelle da prendere al volo: tre punti a Crotone per la certezza aritmetica del titolo di campione d'inverno. Il Napoli, squadra regina in trasferta, la migliore di tutte fuori casa nel 2017 e che in questo campionato di successi esterni ne ha conquistati otto su nove partite. Un cammino da record con gli azzurri secondi in Europa solo al Manchester City di Guardiola. Ma Sarri sa bene che le insidie sono sempre dietro l'angolo e ha preparato la trasferta di Crotone nei minimi dettagli, come fosse una finale di Champions, organizzando in settimana anche una seduta supplementare per la linea difensiva a quattro: l'insidia maggiore in questi casi può essere proprio rappresentata dai cali di concentrazione contro un avversario di livello inferiore. Il Napoli, però, quest'anno ha mostrato maturità anche sotto quest'aspetto perdendo punti contro le piccole solo in un'occasione, nella trasferta di Verona pareggiata contro il Chievo, unico stop fuori casa. Al San Paolo i passi falsi si sono registrati contro la Juventus (l'unico ko) e contro Inter e Fiorentina (due pareggi senza reti), cioè nei due scontri diretti per l'alta classifica e contro una formazione di fascia media.

Sarri può bissare il traguardo centrato due stagioni fa, il titolo di campione d'inverno vinto dopo il trionfo di Frosinone (ma lo scudetto andò alla Juve, l'unico caso negli ultimi dieci anni in cui chi è arrivato primo a metà stagione non è poi riuscito a confermarsi a maggio). Per il Napoli sarebbe il quinto titolo di campione d'inverno, compresi i tre conquistati negli anni di Maradona (due scudetti e un secondo posto). La differenza rispetto a due anni fa non sta solo nei numeri ma anche e soprattutto nella consapevolezza diversa della propria forza: gli azzurri già in ritiro a Dimaro hanno mostrato le loro convinzioni sdoganando la parola scudetto. Rispetto all'anno scorso il passo avanti è stato evidente in questo girone d'andata con un più dieci nelle prime 18 giornate di campionato. Gli azzurri nel campionato scorso cambiarono passo nel ritorno e infatti nel 2017 il Napoli è la squadra regina anche per punti conquistati, 96, meglio anche della Juve di Allegri.

A Crotone mancherà Mario Rui per squalifica, a sinistra si sposta l'albanese Hysaj con Maggio che torna titolare a destra. Coppia centrale formata da Koulibaly e Albiol, anche se è in corsa il rumeno Chiriches come alterantiva allo spagnolo. Nessun dubbio a centrocampo e in attacco con in campo tutti i titolarissimi. In forma Mondiale il brasiliano Allan che sta dimostrando di meritare un posto nella nazionale verdeoro, il ct Tite lo tiene sotto osservazione. Il vero uomo in più del centrocampo che adesso alle doti agonistiche ha aggiunto giocate tecniche di grandi qualità, un trascinatore in tutti i sensi. Hamsik contro la Sampdoria è tornato ai suoi livelli abituali, una prestazione brillante festeggiata con il gol numero 116 quello che gli ha consentito di staccare Maradona: ora è il bomber azzurro di tutti i tempi. Il playmaker sarà Jorginho, confermato in regia, l'uomo che detta i tempi e fa girare tutti gli altri anche se un po' in ombra nell'ultima partita contro la Sampdoria. In attacco il tridente Callejon-Mertens-Insigne. Fondamentale il rientro del napoletano che ha segnato due gol nelle ultime due partite contro l'Udinese in coppa Italia e la Sampdoria, due reti pesantissime: gli azzurri senza di lui hanno perso contro il Feyenoord in Champions e pareggiato con la Fiorentina. Il belga e lo spagnolo non segnano in campionato da sette partite: gli ultimi gol contro il Sassuolo al San Paolo, poi un lungo digiuno interrotto solo da Dries in Champions League contro lo Shakhtar a Fuorigrotta. Quella di Crotone potrà essere l'occasione giusta, Callejon l'anno scorso segnò il primo gol nella sfida vinta 2-1.