TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



MERCOLEDÌ 7 MARZO 2018 - STAMPA

IL ROMA - CON MILIK E CHIRICHES SARRI RITROVA LA PANCHINA LUNGA


I titolari non si toccano, ma le alternative ora ci sono


 
     
0


A cura di: Myriam Novità
Fonte: IlRoma.net

Al di là delle polemiche stucchevoli sulla rosa corta, presunta o reale che sia, Sarri ha bisogno dei suoi ricambi. Il tecnico del Napoli gioca con i suoi fedeli “titolarissimi”, ma il Napoli ha seconde linee di valore che possono dare all’allenatore nuove soluzioni e che possono sopperire ad assenze. Purtroppo è definitiva l’assenza di Faouzi Ghoulam, che tornerà per la prossima stagione. Ma fortunatamente prima dell’ultima parte di campionato ci sono degli importanti rientri.

MILIK si è finalmente rivisto in campo, già sabato contro la Roma, e anche Chiriches sarà in panchina a Torino. Sarri è decisamente più tranquillo, soprattutto perché in avanti ha quella variante tattica che tanto gli è mancata fino ad ora. C’è bisogno di tutti per ricaricare le batterie per giocarsi fino in fondo le 11 “finali” e provare a rincorrere lo scudetto. Questa la rotta indicata da Maurizio Sarri. Due giorni di stop per metabolizzare il ko contro i giallorossi, arrivato dopo dieci vittorie di seguito, e ritrovare la giusta concentrazione, senza troppe pressioni, ma con l’allegria del gioco, il segno distintivo della stagione del Napoli, che resta super. Da domani il tecnico toscano comincerà a ricostruire la fiducia e a studiare le nuove mosse con l’arricchirsi della rosa: la serataccia contro la Roma ha, infatti, riconsegnato al Napoli Arek Milik, un’alternativa importantissima in attacco che Sarri si prepara ad usare per dare riposo magari in partita in corso a Mertens, consentendogli di concentrare gli sforzi per scatenare il suo istinto di bomber. Ma le buone notizie non si fermano qui, visto che il Napoli ritrova anche Vlad Chiriches, il centrale assente da oltre un mese per un infortunio muscolare e che è pronto a tornare in campo. Notizie importanti anche perché il Napoli ora ha quattro diffidati, Mertens, Koulibaly, Mario Rui e Jorginho, che saranno squalificati alla prossima ammonizione. Con maggiori certezze in panchina, Sarri continuerà a puntare sui suoi titolarissimi, a partire da Reina, Albiol, Hamsik e Insigne, a cui viene affidato dal tecnico il compito di trascinare la squadra per provarci fino in fondo, per restare nel pieno del testa a testa con la Juve e provare a fare il colpaccio nello scontro diretto.