TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



DOMENICA 13 MAGGIO 2018 - STAMPA

GDS - SARRI INTENZIONATO A LASCIARE, ADL PRONTO AD OFFRIRGLI UN CONTRATTO DA 3,5 MILIONI FINO AL 2022


Il numero uno partenopeo non molla e cerca di trattenere il tecnico toscano


 
     
0


A cura di: Mary Cesaro
Fonte: Gazzetta dello Sport

L'edizione odierna della 'Gazzetta dello Sport' fa il punto sulla panchina azzurra: "Continuità, è quella che vorrebbe garantire il presidente napoletano al suo progetto tecnico. Un qualcosa che potrebbe entrare in stand by in attesa dell’incontro col proprio allenatore, in settimana, per avere maggiori indicazioni sul futuro. Sarri sembra intenzionato a lasciare, mentre il presidente è pronto ad offrirgli un adeguamento economico importante (3,5 milioni a stagione fino al 2022). Un’intesa che andrebbe a finire dopo tre anni di convivenza e di esaltazione tecnica: con questo allenatore, il Napoli ha raggiunto una dimensione internazionale anche nella qualità del gioco espresso. Per lui, De Laurentiis sbandò nella primavera 2015, quando il suo Napoli rimediò 4 sberle al Castellani dall’Empoli, allenato proprio da Sarri. Il gioco espresso dalla formazione empolese estasiò il dirigente napoletano che a inizio giugno, dopo una serie di consultazioni con svariati allenatori, gli affidò la conduzione tecnica del Napoli. Ad Empoli, invece, arrivò Marco Giampaolo, sponsorizzato dallo stesso Sarri: i due hanno in comune l’idea tattica, quel 4-3-1-2 che il tecnico napoletano è stato costretto ad abbandonare subito, passando al 4-3-3, una volta capito che non sarebbe stato quello il modulo adatto per esaltare le qualità dei singoli a disposizione. Un’inversione di tendenza che gli è valsa una fortuna. Oggi è tra i tecnici più stimati in Europa: Chelsea, Zenit e Monaco le sue probabili destinazioni. E, dunque, se dovesse andare via, De Laurentiis non si farà trovare impreparato. Marco Giampaolo è uno degli allenatori inserito nella lista dei probabili successori di Sarri. Gli piace parecchio, ne apprezza la qualità del gioco e la duttilità tattica. La Sampdoria gioca col 4-3-1-2, col trequartista, ma non sarebbe un problema, per lui, a passare al 4-3-3".