TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



VENERDÌ 11 MAGGIO 2018 - STAMPA

GDS - NAPOLI, LA CALDA ESTATE È GIÀ INIZIATA: ECCO PROGRAMMI E PROBLEMI


Prima di fine maggio non si conoscerà il destino del tecnico ma 40 giorni dopo gli azzurri saranno già in ritiro


 
     
0


A cura di: Myriam Novità
Fonte: Gazzetta.it

Calda e lunga, l'estate del Napoli in realtà è iniziata in anticipo in virtù di un campionato ormai già finito e con il futuro di Sarri che tiene col fiato sospeso una intera città. Non si conoscerà prima di fine maggio però il destino del tecnico e quaranta giorni dopo gli azzurri saranno già in ritiro per iniziare a preparare la nuova stagione. "Dal 10 al 30 luglio saremo per l'ottavo anno a Dimaro - ha reso noto ufficialmente De Laurentiis -. In Cina stanno costruendo un albergo ed uno stadio dove potremo effettuare in futuro il nostro precampionato, magari terminando poi il romitaggio in Trentino. Non siamo favorevoli alle tournée in stile Stillitano (la Champions Cup negli States che coinvolgerà molte squadre italiane ed internazionali di alto livello ndr) perché non aiutano la preparazione".

IL PROGRAMMA — Di conseguenza, la calendarizzazione delle amichevoli sarà decisamente "old style". Probabili tre o quattro test durante i venti giorni in Val di Sole, uno soltanto dei quali in serata a Trento. Il livello delle avversarie crescerà di volta in volta fino ad arrivare alla prima sfida davvero intrigante che è fissata per il 4 agosto a Dublino contro il Liverpool. Ovviamente, prima dell'inizio del campionato fissato per il 19 agosto ci saranno un altro paio di amichevoli che però difficilmente potranno essere disputate, come da tradizione, al San Paolo.

LAVORI — Già perché lo stadio di Fuorigrotta, al centro di roventi polemiche tra De Laurentiis e il sindaco de Magistris, sarà interessato da lavori di ristrutturazione che partiranno verso il 10 giugno. L'obiettivo è avere un impianto in grado di ospitare al meglio le Universiadi del 2019. A tal proposito, ieri il commissario per le Universiadi 2019, Luisa Latella, ha provato a tranquillizzare tutti sui tempi delle opere da porre in essere: "I bandi per il rifacimento della pista d'atletica e per la nuova illuminazione dello stadio San Paolo partiranno al più tardi lunedì". Per questi due bandi è stata condivisa la necessità di procedere in deroga per accelerare le gare di appalto e garantire la consegna nei termini di legge. Da sostituire anche i sediolini, che non sono a norma per le competizioni Uefa. Per il momento il Napoli ha indicato il Barbera di Palermo quale sede delle partite interne di Champions League.