TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



GIOVEDÌ 7 DICEMBRE 2017 - INTERVISTE

BERTONI: “NAPOLI, TANTI IMPEGNI RAVVICINATI, IL CALO PUÒ STARCI: NECESSARIO FAR MERCATO A GENNAIO”


Il doppio ex di Napoli e Fiorentina confessa di avere il cuore “diviso a metà”


 
     
0


A cura di: Maria Villani
Fonte: TMW

"Ci sono momenti in cui in una stagione un calo può arrivare e si può entrare anche in crisi. Credo che possa essere così per tutte le squadre, soprattutto per quelle che devono reggere tanti impegni ravvicinati". Da lontano, dall'Argentina, Daniel Ricardo Bertoni, ex attaccante partenopeo vede così il difficile periodo della squadra di Sarri, intervistato da TMW. Napoli che tra l'altro domenica affronterà la Fiorentina, altra ex squadra del Puntero.   "Non so se la squadra sia un po' corta, certo è che adesso l'obiettivo diventa vincere lo scudetto. La lotta sarà tra i partenopei, la Juve e l'Inter". 

Questo Napoli di adesso è battibile? La Fiorentina potrà compiere l'impresa? 
"E' una gara aperta. La squadra viola ancora si sta formando, ha cambiato tanto rispetto all'anno scorso e ci sono giovani interessanti. Certo, se il Napoli vuol vincere lo scudetto non potrà permettersi di perdere in casa. Però nel calcio le gare vanno sempre giocate... Mi aspetto una bella partita e che vinca il migliore. Come ho sempre detto in queste sfide ho sempre il cuore diviso a metà". 

Anche Mertens è in difficoltà: se l'aspettava? 
"Durante l'anno una flessione può arrivare. E' evidente che a gennaio il Napoli dovrà intervenire sul mercato. Quello di adesso probabilmente è un calo fisico e anche come espressione calcistica". 

Passando alla Fiorentina che pensa del suo connazionale Simeone? 
"Mi sembra che stia facendo un campionato regolare. Ancora non è il goleador che tutti vorrebbero vedere ma non è male. Come detto, c'è anche da considerare che la Fiorentina di quest'anno si sta strutturando e sapevamo che non avrebbe lottato per le primissime posizioni". 

Pezzella sta andando molto bene... 
"Sì, è vero. Ha personalità, è bravo in area di rigore, forte di testa. E' un giocatore di carattere e che sta rendendo secondo le aspettative".