TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



GIOVEDÌ 13 SETTEMBRE 2018 - INTERVISTE

ASS. BORRIELLO: “S. PAOLO, AL VIA I LAVORI PER I BAGNI, A NOVEMBRE PER I SEDIOLINI”


I prezzi alti scoraggiano la presenza della gente allo stadio


 
     
0


A cura di: Maria Villani
Fonte: Napolicalcionews

Ciro Borriello, Assessore allo sport del Comune di Napoli è intervenuto a Radio Crc:

“Avere prezzi alti nei settori popolari di uno stadio equivale a non volere la gente allo stadio. Do una buona notizia circa i lavori ai bagni: inizieranno a breve e dureranno tre mesi; ci regoleremo settore per settore. Per quanto concerne i sediolini potremo iniziare a novembre, lo spazio è immenso e il lavoro è complesso. Il colore sarà azzurro per tutti ma ogni settore sarà diverso, con sfumature diverse. Anche la pista d’atletica sarà azzurra e le sue condizioni saranno ottimali per l’inizio delle Universiadi. Su questo appuntamento è regolato tutto il nostro cronoprogramma, i lavori saranno fatti in tempo per quella data, il resto sarà completato dopo. Cercheremo di mettere anche il maxischermo con l’inizio delle Universiadi, resta da stabilire dove collocarlo. Il dialogo con il Calcio Napoli? Ripeto che le porte di palazzo di San Giacomo sono aperte come per la cittadinanza. La convenzione non è stata firmata mentre la transazione sì. Anche se i termini della convezione sono scaduti possiamo sempre sederci ad un tavolo per parlare e sono rimasto davvero senza parole per la mancata firma della convenzione. Restiamo aperti al dialogo da uomini delle istituzioni e se dovessimo essere chiamati da De Laurentiis risponderemmo e saremmo a disposizione. La Champions a Bari non può essere disputata perché il S. Nicola non ha l’idoneità per ospitare gare internazionali. Il mio giudizio sul Napoli? Credo che ci sia ancora molto Sarri nelle gare con Lazio e Milan, mentre con la Samp già la squadra era diversa e anche contro la Fiorentina ne vedremo un’altra. Per quanto concerne gli altri impianti cittadini ci stiamo lavorando e molto. Le Universiadi sono una chance per evitare le sofferenze degli anni passati”.