TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



LUNEDÌ 11 GIUGNO 2018 - INTERVISTE

AUDIO – REJA: «HAMSIK È SEMPRE STATO UN PUNTO DI RIFERIMENTO. ANCELOTTI? UN VERO E PROPRIO COLPO!»


L'ex tecnico azzurro è intervenuto a Kiss Kiss Napoli


 
     
0


A cura di: Redazione
Fonte: kisskissnapoli.it

Edy Reja, allenatore del Napoli ritornato in serie A nella stagione 2006/07, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: 

"Quella promozione a Genoa è il ricordo più bello della mia carriera. Ancelotti? Un colpo, considerando ciò che comporta essere in Champions League. Se vuoi essere competitivo devi avere il giusto allenatore. Il Napoli ha già fatto grandi prestazioni, con Ancelotti migliorerà. Ora spero che porterà qualche top player, come fece Benitez. Mondiale? Brutto non vedere l’Italia. Hamsik? E’ sempre stato un punto di riferimento, se va via lui e Maggio non ho nessuno dei miei. Il pubblico napoletano deve accettarlo. Lui ha dato tanto, non ha accettato altre offerte, è stato un capitano silenzioso. Se andrà via sarà solo per i soldi comunque. Sarri? Ha avuto sempre pochi giocatori, li ha fatti ruotare poco e sul finale erano stanchi. Mercato? Spero che davanti vengano nuovi giocatori importanti, soprattutto per fare bene in Champions. Modulo? Ancelotti troverà soluzioni alternative. Il 4-3-3 è importante, ma in certe gare bisogna cambiare qualcosa. Guardate la Juve: non ha mai fatto grandissime prestazioni, mentre il Napoli giocava sempre con alta intensità. Ma farlo in 55 partite è quasi importante, certe volte bisogna essere brutti e vincere 1 a 0 come la Juventus. De Laurentiis ha scelto Ancelotti per fare meglio in Champions. Zielinski? Potrebbe raccogliere l’eredità di Hamsik, offensivo e forte. Però rientra anche meglio, certe volte fa il difensore esterno. Si sacrifica per la squadra, vorrei vederlo titolare. Ricordo quando incontrai Sarri e mi disse che avrebbe potuto giocare nelle migliori squadre d’Europa”.