TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



VENERDÌ 26 GIUGNO 2020 - CALCIOMERCATO

AS – L'ATLETICO MADRID VUOLE MILIK: OFFERTO IL DOPPIO DELL'INGAGGIO AL POLACCO, LA SITUAZIONE


La telenovela è appena cominciata...


 
     
0


A cura di: Redazione
Fonte: Napolicalcionews.it

Arkadiusz Milik è da mesi un obiettivo dell’Atlético Madrid per il reparto offensivo. Autore di 13 gol nelle 25 partite che ha disputato in questo scorcio di campionato in 112 presenze con il Napoli, il polacco ha un contratto che termina nel 2021 ed al momento non c’è accordo per prolungarlo dato l’intoppo della clausola rescissoria da 110 milioni.

Ieri il suo agente, David Pantak, è stato a Castel Volturno ed ha parlato con Rino Gattuso e Cristiano Giuntoli. Il tecnico azzurro ha ribadito la sua fiducia nel giocatore e ne richiede la permanenza, però il direttore sportivo ha lasciato intendere chiaramente che, senza rinnovare sarà messo sul mercato.

Il Napoli ha già un paio di offerte molto interessanti dalla Liga e dalla Premier League. La Juventus, al momento, si è mossa solamente con l’entourage della punta, come ha fatto anche (e sta facendo) l’Atlético Madrid. In più: stando a quello che ha potuto apprendere AS, ieri ha avuto luogo una videoconferenza tra Arkadiusz Milik, il suo agente e Andrea Berta. L’offerta per il calciatore è di 5 milioni netti che raddoppierebbero l’ingaggio attuale al Napoli.

Ovviamente, a tali condizioni non sarebbe un problema convencerlo. Più complicato, invece, è ottenere l’ok da Aurelio De Laurentiis, negoziatore severissimo. Il presidente vuole tra i 40 e i 50 milioni per il suo attaccante e non vede di buon occhio l’opzione di uno scambio con Diego Costa, che potrebbero proporre i Colchoneros. Per l’attacco se il polacco andrà via, gli azzurri preferirebbero calciatori giovani come Victor Osimhen (22 anni) del Lille, Sardar Azmoun (25) dello Zenit e Donyell Malen (21) del PSV. La telenovela è appena cominciata...

Traduzione a cura di Maria Villani

CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO ORIGINALE